PERCHÈ, PRIMA O POI, UNA CURA LA TROVANO... MA NEL FRATTEMPO DIAMOCI UNA MANO PER NON PERDERCI NELLA NOTTE

mercoledì 19 luglio 2017

Integratori e Stargardt p.2: Preparati Commerciali

"Quale integratore devo assumere se ho la Malattia di Stargardt?"
 
Che domanda... pare difficile dare risposta al quesito in oggetto...
In realtà la risposta è piuttosto semplice.
 
Basandomi su quanto la letteratura scientifica racconta, nel mare magnum del listino di integratori disponibili sul mercato italiano, la scelta non è poi così vasta.
 
Attingendo alla mia personale esperienza, di paziente e al contempo farmacista, gli integratori che mi sentirei di suggerire, dopo aver appurato che con la normale dieta non ci sia già un sufficiente apporto degli specifici nutrienti, sono in realtà una manciata.
Ne esistono tante altre, ma io ho avuto esperienza diretta e indiretta (miei pazienti) con questi e di questi vi faccio menzione. Sulla base di quello che avete compreso leggendo QUESTO post, potrete certamente valutare anche voi in prima persona o, comunque, potrete fare domande e richieste mirate al vostro oculista o farmacista di fiducia.
 
I preparati di cui vi racconterò in questo post sono 7:
VisucomplexDrusen Off, Zaffit plusMaculife, Lutein Omega 3, SeaoilMega Red.
 
Ripeto: ne esistono molti altri ma io ho avuto modo di conoscere questi.
E, tanto per chiarire le cose, io non lavoro nè collaboro con le aziende che producono questi preparati, nè ricevo od ho mai ricevuto denaro o altri beni per parlarvi di questi preparati. Sto scrivendo in accordo con quello che stabilisce il codice deontologico che regolamenta la categoria professionale a cui appartengo.
 
Visucomplex
Formulazione piuttosto completa, che garantisce il corretto apporto dei nutrienti importanti per preservare la salute delle nostre retine. Contiene Luteina, Zeaxantina, CoQ10, Selenio e le due Vitamine C ed E.
È presente l'olio di Kril, per cui la biodisponibilità di DHA è molto molto molto buona.
 
Maculife
   
Contiene ingredienti di origine vegetale. A partire dall'olio algale estratto dalle alghe Schizochytrium,  passando per la gelatina vegetale e per la vitamina E e la Zeaxantina estratte dal Tagetes Erecta. Quindi, scelta indicata per i vegani e allergici ai crostacei.
Io ho sempre considerato questo preparato la versione per la terza età del Visucomplex, in quanto ha un contenuti di micronutrienti bilanciato ed ottimale per i processi degenerativi legati alla senescenza (vecchiaia). Ma personalmente lo alterno spesso ad altri preparati per variare la mia supplementazione.
 
Zaffit Plus
   
Unica alternativa attualmente disponibile in commercio per evitare di assumenre lo zafferano di Navelli così come natura lo crea, ovvero in stimmi o polvere. Non è un preparato proprio a buon mercato, ma se fate due conti vi costa quanto due grammi di zafferano circa, per cui alla fine per la comodità che comporta direi che è una spesa sostenibile.
 
Drusen Off
 
Dei miei Magnifici 7 è l'ultimo in ordine temporale che ho scoperto. Per caso, tra l'altro, perchè è stato prescritto a mia suocera, con lo scopo di contrastare la Degenerazione Maculare legata all'tà. Ha una composizione ineteressante. Contiene Zafferano, ed è stata una bella sorpresa. Non credo sia quello abruzzese coltivato sull'Altopiano di Navelli, ma è comunque un'ottima fonte di Crocina. Seguono poi Luteina, Zeaxantina, Vitamine C ed E e Zn. Non sono presenti DHA o EPA, ma si può ovviare a questo tramite una dieta ricca di pesce azzurro o ricorrendo al preparato che segue qui sotto. Degno di nota il fatto che tutti gli ingredienti siano di origine vegetale. Dal Tegetes hanno estratto molti degli ingredienti qui contenuti.
 
Una sola grande perplessità mi è sorta, mentre mi studiavo questo preparato. 
Le scritte sopra la scatola sono davvero minuscole. 
Questo in linea di massima è una costante anche negli altri preparati, ma qui siamo davvero su dimensioni di decimi di mm. Ma se è un preparato dedicato a chi con gli occhi non è un'aquila, perchè non usare caratteri più grandi? Secondo me anche un normovedente fatica a leggerci qui sopra.
Boh, non è per pensare male, ma quando vedo che manca un'attenzione su un dettaglio così non trascurabile, resto quanto meno perplesso. Basterebbe così poco alle volte...
 
Lutein Omega - 3
  Dal nome si intuisce quali sono i suoi componenti principali. Olio di pesce ricco in DHA, Luteina, Zeaxantina, Rame, Zinco e le immancabili Vitamine C ed E. Manca tra gli ingredienti il GPC... e trattandosi di preparato a base di olio di pesce non avrebbe guastato... ma purtroppo manca dappertutto negli integratori commerciali. È presente in una formulazione magistrale di cui vi parlerò alla fine.  
Seaoil
   
Semplicemente 430mg di olio estratto da microalghe. Un tesoro n DHA sottoforma di compressa e non di capsula molle. Scelta obbligata per vegani e allergici ai crostacei.
MegaRed 
  350mg di purissimo Olio estratto da gamberetti microscopici. Un'ottima formulazione per assumere DHA. 
 
 
Questione GPC.
Nel post precedente sugli integratori avevo parlato della Alfa-Glicerofosfocolina.
Aiuta ad incorporare gli omega 3 nei fosfolipidi migliorandone quindi l'assorbmento.
Bene, esistono per quanto ne sappia io, solo pochi integratori che la contengono. Due di questi sono degli integratori magistrali della Lipinutragen.
DHA
Fonte essenziale di DHA e Astaxantina, arricchito con GPC e le nostre affezionate Vitamine C ed E.  
Enne 3 plus
La grande caratteristica di questo preparato è il tipo di omega 3 che contiene. Oltre ad EPA e DHA ritroviamo anche ALA, ovvero l'Acido Alfa Linolenico, una molecola utilissima per tutti quei casi in cui la via metabolica Omega 6 (pro infiammatoria ) è troppo attivata, ovvero in caso di infiammazioni ad esempio. Partecipa alla sintesi degli acidi grassi della serie Omega 3 (ad attività metabolica anti infiammatoria ) e può favorire questa via metabolica, riducendo la produzione dei mediatori infiammatori come l'Acido Arachidonico alla base dell'infiammazione. Il risultato netto è che determina una riduzione  dei processi infiammatori direttamente a livello dei tessuti. E visto che di recente è stata evidenziata una componente infiammatoria di distrofie retiniche come la Retinite Pigmentosa, ritengo che questo integratore dovrebbe essere preso seriamente in considerazione dai medici prescrittori.
 
                             

13 commenti:

  1. Ciao, mi permetto di aggiungere al tuo elenco un prodotto a base di Zafferano (senza curcuma) che costa molto meno dello Zaffit. Eccolo: https://www.farmaspeed.it/itm/vital-plus-zafferano-cps/185330?utm_source=clerk&utm_medium=cpc&utm_campaign=direct_link - come al solito, nessunlegame con la ditta produttrice, é solo quella che lo vende a meno (che io sappia)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sandro, grazie mille per la segnalazione!

      Elimina
  2. Ciao,
    grazie per i tuoi post;
    Io, su indicazione dell'oculista, sto prendendo periodicamente Azyr Mega. Che ne pensi?
    Mi sai per caso dire se c'è uno degli integratori indicati qui sopra o altro indicato per una particolare ipersensibilità alla luce?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina

  3. Ciao Pier Gabriele. Io Azyr lo vendo molto in farmacia perché molti oculisti lo "prescrivono" (bravi gli informatori), ma se devo essere sincero per quanto abbia una formula molto completa, trovo che sia un preparato non particolarmente "pregiato". Mi spiego: gli Omega 3 non è specificato da Che pesci sono estratti, quindi di sicuro non è Krill o Alga Schizo; contiene sia Astaxantina e Zeaxantina, con funzione biologica sovrapponibile, e non ne comprendo l'utilità. Insomma, non è male ma neppure così speciale. C'è sicuramente di meglio...

    RispondiElimina
  4. Ciao
    Vorrei sapere se questi integratori possono essere adatti anche a mio figlio di 12 anni. A Careggi ci hanno detto solo di evitare la vitamina A.
    Grazie

    RispondiElimina
  5. Ciao Sara. Scrivimi direttamente, cosi mi riesco a fare un'idea piu completa. Ho bisogno di farti le domande che ti farei se venissi a banco in farmacia..
    Il mio contatto è dhona @ libero . It. Tutto ovviamente senza gli spazi.

    RispondiElimina
  6. Ciao ! Grazie per per tutte le informazioni che ci fornisci tramite questo blog! Ottimo lavoro !

    lo Zaffit Plus costa un po' tanto: 65 euro per 20 compresse. Dovendone prendere due al giorno, servono 3 scatole al mese.
    Esiste un'altra alternativa valida ?

    RispondiElimina
  7. Ciao ! Grazie per per tutte le informazioni che ci fornisci tramite questo blog! Ottimo lavoro !

    lo Zaffit Plus costa un po' tanto: 65 euro per 20 compresse. Dovendone prendere due al giorno, servono 3 scatole al mese.
    Esiste un'altra alternativa valida ?

    RispondiElimina
  8. Ciao, grazie degli apprezzamenti e per avermi scritto.
    Una alternativa è comperare lo zafferano in stimmi direttamente da un rivenditore della cooperativa di Navelli e assumerlo così, in purezza, direttamente in stimmi. Alternativa è farsi preparare da una farmacia di fiducia delle cartine da 20 mg ciascuna di stimmi o polvere, o ancora farsi preparare delle capsule usando lattosio come agente disperdente e facendo fare i conti in modo da avere 20 mg di polvere di zafferano ogni capsula.
    Il calcolo lo può fare direttamente il farmacista, sapendo quanta polvere può contenere ciadcuna capsula.
    Sono le alternative economiche allo zaffit...che in effetti non è per nulla economico. Ma se consideri quanto costa lo zafferano, il prezzo purtroppo si può più o meno capire. Almeno in termini commerciali, eh.

    RispondiElimina
  9. Per il momento lo scrivo qui nei commenti, ma a breve ne farò un post.

    La pratica farmaceutica prevede che un medico possa fare al paziente una ricetta con Prescrizione Galenica Magistrale.

    In altre parole, scrive che tipo di preparazione il farmacista deve realizzare ad hoc per il paziente.

    Per lo Zafferano si potrebbe fare esattamente questo.

    Chiedete al vostro medico di farvi, motivando con la letteratura scientifica che vi ho postato, una prescrizione di capsule di zafferano da 20 mg.

    Una ricetta galenica magistrale. Mo,ti medici magari non se ne ricordano nemmeno, ma si può fare.

    Voi reperite lo zafferano in polvere e portatelo, ancora sigillato in confezione originale, in farmacia con la ricetta del medico.

    Vi suggerisco di chiedere capsule piccole, numero 3 ad esempio. Il medico sceglierà anche l'eccipoente più opportuno (amido microcristallino ad esempio?).

    Il costo sarà davvero contenuto.

    Far preparare 100 capsule dal farmacista per una preparazione con due ingredienti costa davvero pochi denari. La spesa sarà solo per la polvere: per 100 capsule da 20 mg ciascuna sarà necessario acquistarne 2 grammi.

    RispondiElimina
  10. http://abruzzo.com/prodotti/Prodotto.html?idProd=113

    Con meno di 60€ si possono acquistare 2 grammi abbondanti di zafferano in polvere.

    Anche ipotizzando 10€ di lavorazione galenica da parte del farmacista...i costi per 100 capsule sono notevolmente contenuti.

    La dose di 20 mg al giorno corrispondono, con 100 cps, al fabbisogno di 3 mesi...

    RispondiElimina
  11. Potete portare al medico anche una scatola dell'integratore commerciale, così da usarlo come riferimento.
    Nella ricetta può anche aggiungere la curcuma come ingrediente.

    Però il DHA non è di sicuro pensavile come componente per la preparazione galenica...quindi se volete è un limite di questa alternativa.


    Lascio a voi e al vostro medico le considerazioni sia farmacologiche che economiche.

    RispondiElimina

Translate